• Prestiamoci: finanziamento online alternativo alla banca

    Prestiamoci

    Prestiamoci (startup finanziaria italiana incubata da Digital Magics) gestisce una piattaforma web per il prestito ai privati, coniugando il mondo della sharing economy tipico del web con le regole del sistema bancario.

    Investire nel mercato dei prestiti personali non è dunque più prerogativa esclusiva di banche ed istituti di credito: sulla piattaforma online, gli investitori possono fornire capitali a privati in maniera facile, veloce e trasparente. E allo stesso modo chi ha bisogno di un finanziamento può richiedere un prestito.

    Ad oggi sono stati erogati 360 prestiti per un totale di oltre 1,7 milioni di Euro (prestito medio di 5.000 Euro). Autorizzata da Banca d’Italia, Prestiamoci si avvale di professionisti esperti del settore.

    Propone prestiti selezionati a chi vuole investire capitali (e guadagnarci), mentre ai richiedenti offre tassi di interesse più bassi rispetto al mercato. L’obiettivo è quello di ottenere un rendimento maggiore del 6% annuo per tutti i prestatori. L’investimento può essere:

    • manuale - al prestatore verranno fornite informazioni dettagliate (durata, tasso,
      oggetto, merito creditizio, presenza di altri debiti) per poter scegliere in autonomia;
    • automatico – delegando alla piattaforma la scelta dei prestiti per
      ottenere il rendimento desiderato.

    Sono più di 450 i prestatori iscritti. Chi investe mette a disposizione un capitale suddiviso in quote: in questo modo tutti i prestatori diversificano le proprie scelte, riducendo il rischio e ottimizzando gli investimenti. Su www.prestiamoci.it è possibile raggiungere una diversificazione su almeno 100 prestiti, con un investimento limitato.

    www.prestiamoci.it

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Prestiamoci: finanziamento online alternativo alla banca inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *