• Schede carburanti addio: stop alla compilazione

    BenzinaAddio schede carburanti per imprese e professionisti che devono documentarne l´acquisto per la deduzione del costo e la detrazione IVA (nei casi in cui la norma non prevede l’indetraibilità  dell’imposta): da ora in poi, per attestare la spesa basta utilizzare carte di credito, di debito o prepagate.
    E´ quanto dispone il Decreto Sviluppo varato lo scorso 5 maggio.

    Numerose le semplificazioni introdotte per aziende e professionisti, fra queste anche lo stop alla compilazione della scheda carburante. Per le schede carburante il motivo è semplice: le operazioni effettuate con i mezzi di pagamento elettronici sono già  noti al Fisco!

    Per coloro che continueranno a pagare in contanti l’acquisto di benzina o altro carburante per motivi di lavoro, non è prevista alcuna agevolazione contabile?

    Tali soggetti dovranno continuare a compilare la scheda carburante per ogni autoveicolo, e anche con molta attenzione poiché, come già  confermato in un articolo dello scorso 4 marzo la scheda carburante incompleta non dà  diritto a detraibilità  e deducibilità .
    Attenzione quindi alla correttezza dei dati relativi al numero di targa, alla firma del benzinaio necessaria a convalidare la fornitura del carburante e al numero dei chilometri. La sola mancanza di uno dei citati elementi comporta la ripresa a tassazione del costo dedotto ai fini delle imposte sui redditi e dell´Iva detratta.

    In tal senso ci preme ricordare che la deducibilità  delle schede carburanti e di tutti gli altri costi, compresi ammortamenti leasing e noleggio, nonché la detrazione dell´Iva, è totale per auto usate esclusivamente come beni strumentali nell´attività  propria dell´impresa, come ad esempio gli autocarri.
    In tutti gli altri, casi la deducibilità  dal reddito e la detraibilità  dell´Iva spettano in misura ridotta.

    A titolo esemplificativo citiamo l´articolo 19-bis del DPR 633/1972 che stabilisce che l´Iva relativa all´acquisto o all´importazione di veicoli stradali a motore e relativi componenti e ricambi è ammessa in detrazione nella misura del 40% se tali veicoli non sono usati esclusivamente nell´esercizio dell´impresa.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Schede carburanti addio: stop alla compilazione inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. BABA ROSSI dice:

      Il mio commercialista ad oggi (novembre 2017) continua a dirmi che l’IVA del carburante non è deducibile (nella percentuale definitia) se pago con carta di credito pur esibendo io i resoconti bancari. Continua a dire che è deducibile il solo costo in quanto non ci sono chiare sentenze dell’Agenzia delle Entrate. Cosa devo fare? Chiaramente posso cambiare professionista, ma vorrei sapere se posso in qualche modo esigere quanto non dedotto come danno se effettivamente l’IVA è deducibile comunque. Grazie

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *