• Symantec: gli antivirus gratuiti non sempre sono efficaci

    antivirus-gratuito.png

    Il grande aumento delle soluzioni dedicate alla protezione del sistema operativo sta forse mettendo in crisi alcune grandi aziende che si occupano della ricerca in questo campo e dello sviluppo di suite dedicate alla sicurezza informatica.

    Questa tendenza è destinata ad aumentare, soprattutto con la crescita dei prodotti gratuiti che numerose società, anche poco conosciute, periodicamente rilasciano online.

    Le ultime notizie che danno per certo l’arrivo di un nuovo prodotto antivirus gratuito anche da parte di Microsoft preoccupano molte aziende ben affermate, come Symantec, che pubblica una dichiarazione rilasciata da David Hall, product manager dell’azienda, proprio avente come tema le soluzioni antivirus gratuite, come Microsoft Security Essentials.

    Secondo Hall, se gli utenti di un sistema operativo si basano esclusivamente su un antivirus gratuito per preservare la sicurezza propria e dei propri dati personali, non sempre hanno la protezione adeguata per evitare furti d’identità e rimanere completamente al sicuro dai pericoli di Internet.

    Secondo il product manager di Symantec c’è un divario crescente negli utenti riguardo alle proprie necessità di protezione e la realtà delle minacce che potrebbero incontrare durante una navigazione.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Symantec: gli antivirus gratuiti non sempre sono efficaci inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. emmebì dice:

      Un’opinione super partes!

    2. Ste_95 dice:

      Quoto emmebì!

    3. effettivamente l’impressione che dà è proprio questa… :)

    4. Gianluca dice:

      Non è solo una questione di “licenza” e di costi…è anche una questione di performance. Odio Symantec Antivirus, pesante, invasivo, consuma risorse come pochi programmi…e anche se non ho dati “reali” con i quali dimostrare questa tesi, posso dire che in termini di percezione, da quando l’ho disinstallato i miei pc hanno positivamente risposto alla sua assenza

    5. druido77 dice:

      è una affermazione vera a metà… nel senso che alcuni prodotti gratuiti sono effettivamente inadeguati! Ma questo vale anche per quelli a pagamento però…
      Norton è pesante e fin qui non ci piove… ma se uno fosse al sicuro dai virus con quella soluzione sarei io stesso a proporglielo! La realtà è che spesso antivirus gratuiti come Avira e Avast sono allo stesso livello (per l’utente domestico) di Norton… il problema non è tanto l’antivirus.
      Facciamo una prova?? provate ad usare un router, Thunderbird x la posta, FireFox con NoScript x Internet e a disabilitare l’autorun su tutti i dispositivi rimovibili (tramite tweakui)… sarete MOLTO più protetti :-P

    6. Piero dice:

      Credo che un professionista non dovrebbe neanche pubblicare queste dichiarazioni.
      Ma visto che c’è diritto di opinione, d’espressione e di replica, rilascio anche io le mie opinioni in risposta a queste:
      Symantec fa del software ‘osceno’. Merita di sprofondare negli abissi del mercato che vorrebbe rappresentare.
      Rimane in piedi grazie alle poco etiche partnership commerciali che ha instaurato con i vendor dell’hardware.
      Rimuoverò a vista qualsiasi suo prodotto su qualsivoglia sistema riuscirò a mettere le mani.

    7. emmebì dice:

      @Piero, io lo faccio già da anni! :)

    8. BK dice:

      Io uso Avira Avntivir Personal gratuito ed è molto meglio di qualsiasi Symantec a pagamento…

    9. boblibero dice:

      Effettivamente che Symantec ci venga a fare certi discorsi, come se il suo software fosse una pietra di paragone mi sembra troppo.
      Effettivamente ci sono antivirus che oltre a fare gli antivirus fanno altro e troppo mettendo la zampette un po’ ovunque nelle configurazioni del computer. Poi se qualcosa va storto ci si trova nelle peste.
      Effettivamente gli antivirus che fanno poco, solo quel lavoretto e non altro (firewall, antispam, controllo rete, etc) alla fine sono più rapidi nell’intervento più semplici e le aziende che li promuovono a fianco della versione (spesso identica) commerciale approfittano delle comunicazioni dei milioni di utenti per essere aggiornati.
      Quindi alla fine meglio poco ma bastante e soprattutto molto aggiornato che pachidermi che si lasciano fregare perché troppo lenti nella fase critica.

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *