• Un documento Writer in un file di Word

    La guerra fredda fra Microsoft Office e OpenOffice.org sembra volgere al termine ed entrambe le suite, quantomeno, si “riconoscono” a vicenda e talvolta si integrano. Così, con la versione 2007 di Microsoft Office, è possibile inserire, all’interno di un documento Word, un documento OpenOffice.org.

    Si badi bene: non si tratta semplicemente di aprire un file della nota suite open source con Word, ma inserire un vero e proprio file Writer o Presentation, e non solo, all’interno di un file .doc/docx, in modo da poterlo modificare con OpenOffice.org e visualizzare come parte del corpo del testo di un file DOC.

    Ecco come fare: dalla tab Inserisci, clicchiamo su Oggetto e selezioniamo dall’elenco OpenOffice 1.1 Text Document, quindi diamo l’Ok.

    Nel foglio di testo di Word verrà inserita una finestra contenente un documento di OpenOffice.org che è possibile editare, come se stessimo lavorando con la suite open source, che ovviamente deve essere installata sul proprio PC per consentire le modifiche.

    La finestra è perfettamente ridimensionabile in Word come una semplice immagine, mentre la modifica del testo esula da Word, essendo effettuata direttamente con Writer, che si apre con un doppio click sulla finestra appena inserita.

    Il risultato è un documento le cui parti possono essere modificate con due editor differenti, sfruttando, ove necessario, le caratteristiche di entrambe le suite.

    Se a ciò aggiungiamo che la finestra inserita può essere anche trattata come oggetto, al quale conferire un colore di sfondo o un bordo, oltre ovviamente ad un preciso layout di posizionamento, possiamo concludere parafrasando uno spot televisivo: “2 è meglio di 1″!

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Un documento Writer in un file di Word inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *