• Una presentazione PowerPoint divisa in sezioni

    pptsezioni.jpg

    La nuova versione di Office 2010 ha fatto un notevole sforzo per aiutare nella creazione di documenti ben strutturati. Basti pensare al navigatore introdotto in Word.

    Anche il nuovo PowerPoint si è mosso in questa direzione con l’introduzione delle sezioni. Si tratta di un aiuto piuttosto utile per tutti coloro che lavorano con presentazioni lunghe.

    Per inserire una nuova sezione basta fare click sulla diapositiva dalla quale si vuole che cominci la nuova sezione. Poi, sulla scheda Home, nel gruppo Diapositive, occorre aprire il menu del pulsante Sezione e scegliete la voce Aggiungi sezione. La nuova sezione ha un nome generico che può poi essere sostituito.

    Le sezioni possono essere espanse e compresse facendo click sulla freccina alla sinistra del loro nome, agevolando così la visualizzazione della presentazione nel suo complesso.

    Le sezioni sono utili per riorganizzare il contenuto di una presentazione, visto che, trascinando una sezione in una nuova posizione, si spostano tutte le diapositive in essa contenute.

    PowerPoint permette anche di applicare un tema alle diapositive di una sola sezione in modo molto semplice. Basta selezionare il titolo della sezione per selezionare solo le diapositive contenute in quella sezione e poi applicare il tema o uno specifico schema diapositiva.

    Le sezioni risultano utili anche durante la proiezione della presentazione, infatti possono essere usate per spostarsi velocemente a un punto preciso della presentazione.

    Per finire, questa veloce panoramica sulle sezioni, ricordiamo che PowerPoint permette di stampare o inviare a Word come stampati tutte le diapositive di una sezione tralasciando il resto della presentazione.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Una presentazione PowerPoint divisa in sezioni inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *