• I building block di Publisher 2010

    windows-7-ult-3.bmp

    I computer hanno sicuramente velocizzato il lavoro di routine, consentendo di utilizzare una serie di funzioni che una volta impostate vengono ripetute con un singolo click o accedendo a determinati menu.

    Publisher 2010 consente di impostare dei blocchi che possono poi essere inseriti nel documento senza doverli editare ogni volta.

    Publisher tratta questi blocchi come degli oggetti, per cui si può partire da una forma preimpostata o una WordArt per modificarla e salvarla per un uso futuro.

    Apriamo dunque un documento vuoto di Publisher e andiamo per esempio nella tab “Home”; scegliamo una forma da quelle contenute nel menu “Shapes“.

    Selezionando la forma appena inserita nel foglio, si attiverà i soliti menu “Drawing tool” e “Text Box tool” nei quali sono contenuti i vari comandi per modificare la forma nelle dimensioni, nei colori, nel formato del testo che andrà a contenere.

    Una volta effettuate tutte le modifiche del caso, quando abbiamo cioè raggiunto la forma desiderata, selezioniamola e clicchiamo su di essa con il tasto destro del mouse.

    Dal menu a cascata scegliamo la voce “Save as Building Block“: si aprirà una finestra ove inserire il nome da dare alla forma, la galleria e la categoria nella quale salvare la forma (a scelta dai rispettivi menu a cascata) e una o più keyword che agevoli la ricerca della forma.

    Una volta salvata, la forma comparirà nel menu “Shapes” e sarà da questo selezionabile per i futuri inserimenti.

    Se vuoi aggiornamenti su I building block di Publisher 2010 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *