• La morte Steve Jobs diventa una truffa su Facebook

    Il messaggio su Facebook

    I criminali informatici, com’è ormai tristemente noto, non si fermano davanti a nulla, nemmeno davanti al dolore della morte: è stato così in passato in occasione della scomparsa di persone illustri ed è così anche oggi, davanti alla morte di Steve Jobs, fondatore e CEO di Apple.

    A distanza di pochissime ore dall’annuncio della morte, infatti, è stato diffuso su Facebook un messaggio in cui annunciando la scomparsa si spiegava che sarebbero stati regalati 50 iPad, invitando gli utenti a cliccare sul link collegato che, nemmeno a dirlo, portava a siti che nulla avevano in comune con l’improbabile offerta.

    Secondo quanto spiegato dagli esperti, pare che oltre 15.500 iscritti sul social network abbiano abboccato al tranello, andando così a navigare su siti che presentano casinò online, sondaggi o altre offerte commerciali peraltro pertinenti al luogo geografico da cui l’utente accede, come succede sempre più spesso per diversi banner pubblicitari assai comuni su Internet.

    Lo scopo della criticabile iniziativa è quindi proprio quello di generare volumi di traffico elevato per ricavare chiaramente un guadagno da esso. Intanto, comunque, grazie alle prime segnalazioni il link contenuto nel messaggio fraudolento è stato rimosso, chiudendo così questa deprecabile vicenda.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su La morte Steve Jobs diventa una truffa su Facebook inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. IN MORTE DI STEVE JOBS

      Coglievi il frutto dell’età matura
      avendo ancora sogni e ispirazioni:
      riservavi alla tua sorte futura
      lo studio di ulteriori applicazioni…
      Ormai le aspettative ed i progetti,
      beffati dall’acerba dipartita,
      a chi resta , colpito negli affetti,
      rendono assai più dura la sconfitta!
      Il tuo discorso è un raro testamento,
      lucido e schietto, intenso documento;
      Oggi il mondo è più povero e scontento,
      ma ci ha resi più ricchi il tuo talento!

      Ida Colantuono

    2. Alex dice:

      So di rispondere in ritardo, ma ho scoperto solo oggi per caso di questa truffa, al di là che mi dispiace per la morte di steve come può dispiacermi per qualunque persona che non conosco, penso che dopo tutte le truffe che lui ha tirato alla gente sia il perfetto coronamento della sua carriera, non è cattiveria o sarcasmo, sono serio, perché da ex utente Apple, mi rendo conto, purtroppo solo dopo aver acquistato i suoi prodotti di come non siano assolutamente proporzionati al prezzo che viene chiesto e quando per un difetto di fabbrica, ti viene chiesta una cifra assurda per la riparazione, con prodotto ancora in garanzia, mi viene da chiedermi, chi è il truffatore, un venditore di fumo che si è fatto i miliardi o qualcuno che ha mandato qualche link pubblicitario non danneggiando davvero gli utenti che al massimo hanno aperto qualche pagina web?

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *