• Commenti ai documenti PDF: le note di Foxit Reader

    nota-1.jpg

    Avevamo già parlato in precedenza di Foxit Reader, una delle alternative più valide ai più comuni lettori di file PDF (primo fra tutti Adobe Reader).

    Punto chiave di questo programma è la sua semplicità d’uso e la licenza freeware.

    Foxit Reader, da oggi, avrà un motivo in più per essere scelto dalle aziende e dagli uffici, grazie ad uno strumento compreso nel software che semplifica di molto la gestione delle opinioni sui documenti PDF. Stiamo parlando delle note.

    Una nota è un commento che viene inglobato all’interno di un documento PDF. Per poter inserire una nota basta selezionare la voce “Note Tool” dal menu a tendina “Comments” e cliccare sul luogo in cui inserire la nota nel documento. Subito si aprirà un campo di testo, in cui potremo scrivere una nota sul documento. Potremo, quindi, esprimere un giudizio, inserire un commento o indicare una modifica da effettuare al documento.

    Le note possono avere uno stato, che permette facilmente di verificare se la nota è stata accettata, respinta o annullata. Per impostare lo stato di una nota si clicca col tasto destro la nota e si seleziona dal menu a tendina la voce “Set status”, poi “Review” (se si è in fase di lettura), e si seleziona una delle voci disponibili (“None”, “Accepted”, “Rejected”, “Cancelled”, “Completed”).

    Le note, come abbiamo detto, permettono di instaurare una discussione sul documento in questione. Infatti è possibile rispondere ad una nota, cliccando col tasto destro del mouse sulla nota, e selezionando “Reply” dal menu a tendina. Nella finestra della nota si aprirà un campo di testo che permetterà di scrivere la risposta.

    Inoltre le note sono personalizzabili nell’aspetto e nella categoria, in base al tipo di nota e ai propri gusti.

    Infatti selezionando la voce “Open properties…” dal menu a tendina della nota, si aprirà la finestra delle proprietà della nota. Da qui è possibile impostare opzioni sull’aspetto (colore, grado di opacità), scegliere la tipologia di nota (tra i tanti “checkmark”, “comment”, “cross”), il nome dell’autore della nota, l’oggetto, e visionare il log delle modifiche alla nota (molto utile se si vuole tenere traccia di tutte le modifiche).

    Il punto di forza delle note di Foxit è quindi lo scambio di informazioni e pareri circa un documento PDF sfruttando solo il documento stesso, senza l’ausilio di programmi esterni. Una soluzione davvero utile per le aziende che vogliono contenere i costi e che preferiscono una gestione dinamica ed essenziale delle informazioni.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Commenti ai documenti PDF: le note di Foxit Reader inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. CosimoG dice:

      Salve
      trovo molto interessante questo utilizzo delle note come “mezzo di comunicazione” e confronto su di un tema… Le chiedo quindi, se lei ha idea di qualche applicazione pratica nel campo dell’educazione, tipo una scuola superiore, settore nel quale io opero.
      Distinti Saluti
      CosimoG

    2. Giulio Vito de Musso dice:

      Salve

      A mio avviso si potrebbe usare questo strumento nei laboratori scolastici. Infatti le note possono permettere una comunicazione virtuale tra l’alunno e il professore che corregge una relazione descrittiva. Entrambe le parti possono, in questo caso, discutere sugli errori commessi dall’alunno e chiarire eventuali dubbi.

      Badi però, che questo non dovrebbe comunque sostituire il colloquio fisico tra l’alunno e il docente. Le note possono essere utili per poter discutere in orari extra scolastici.

      Questo è solo uno degli esempi di utilizzo delle note, e il suo utilizzo è limitato solo dalla fantasia.

      Salve
      Giulio

    3. CosimoG dice:

      La ringrazio per la pronta risposta.
      Ha in mente di fornire altri approfondimenti in merito all’utilizzo di OfficeSW in ambito scolastico?

    4. Giulio Vito de Musso dice:

      Salve

      Penso di si. La scuola è il primo e più importante luogo di formazione per i futuri lavoratori nel campo dell’ICT, e pubblicizzare i programmi di office automation può fare solo bene.

      Grazie
      Giulio

    5. Giovanni dice:

      Voglio farti i miei complimenti! Bisognerebbe fare più pubblicità su strumenti del genere…soprattutto tra noi ragazzi..basta a pagare licenze! Bravo!

    6. Giulio Vito de Musso dice:

      Salve Giovanni

      Ogni produttore sceglie la sua licenza in base alle proprie esigenze e in base al proprio target aziendale…sta a noi scegliere quello che è più giusto e comodo per le nostre esigenze e il nostro budget! :)

      Comunque si, alle volte i programmi a licenza gratuita possono offrire anche caratteristiche che altri programmi a pagamente non hanno. Oppure possiamo optare per un freeware anche se questo è di qualità inferiore a un programma a pagamento. Dipende dagli usi che ne vogliamo fare.

      Per quanto riguarda la pubblicità agli strumenti freeware, effettivamente se ne fa poca, forse perchè si è legati a preconcetti del tipo freeware=inefficente o freeware=classe B.

      Grazie
      Giulio

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *