• Gli Italiani non trasferiscono fondi in mobilità

    Trasferire soldi attraverso dispositivi mobili non entusiasma molto gli Italiani che, preoccupati da possibili rischi per la sicurezza, preferiscono affidarsi a sistemi sicuramente molto meno pratici ma forse più sicuri.

    L’indagine di cui vi sto parlando, condotta dalla società Unisys, ha messo in luce come il 77% dei consumatori italiani preferisca non utilizzare cellulari, palmari o smartphone per pagare online bollette o con carta di credito, oppure per effettuare operazioni bancarie.

    Questo ci fa supporre che il lavoro di chi fa informazione a favore della sicurezza informatica abbia in buona parte raggiunto il suo obiettivo, ma il dato raccolto dalle interviste prende un’altra forma quando teniamo conto del valore di chi, all’interno di quel 77%, non utilizza questi dispositivi non per timore che ci possano essere problemi di sicurezza, ma per altri motivi.

    Il dato degli intervistati scende così al 59%. Forse pochi, rispetto alla totalità, sicuramente in una percentuale non troppo elevata. Sono pochissimi gli Italiani che utilizzano le piattaforme mobili per trasferire denaro o pagare bollette: solo il 4% degli intervistati.

    In tutto il Paese, infine, solo il 2% degli Italiani pensa che i dispositivi mobili offrano una perfetta modalità di sicurezza per questo genere di operazioni riservate e personali.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Gli Italiani non trasferiscono fondi in mobilità inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. Bartocci dice:

      Seminario originale e fuori dalle righe, erano anni che non partecipavo a eventi che non fossero strettamente mirati alla vendita di prodotti ma ispirati a realizzare momenti di informazione/formazione. Meritevoli di particolare nota il laboratorio degli EHG2 e della Sophos

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *