• Efficienza energetica, antisismica e ristrutturazioni: le detrazioni

    RistrutturazioniCon la legge di conversione del dl 63/2013 sono state introdotte importanti novità  in merito alle detrazioni per la riqualificazione energetica degli edifici, per il l´adeguamento antisismico, per le ristrutturazioni degli immobili e l´acquisto di mobili ed elettrodomestici ad esse connessi (leggi in dettaglio: Ecobonus 65% per ristrutturazioni edilizie e lavori antisismici). Facciamo il punto evidenziando le novità  di rilievo.

    Prestazione energetica in edilizia
    Una delle principali novità  è la sostituzione dell´attestato di certificazione energetica (Ace) con quello di prestazione energetica (Ape) che definisce le caratteristiche di un edificio attraverso l´utilizzo di specifici descrittori e fornisce raccomandazioni per il miglioramento dell´efficienza (approfondisci la nuova normativa per l’Attestato di Certificazione Energetica).

    Ristrutturazioni edilizie
    Oggetto dell´agevolazione sono le singole unità  immobiliari residenziali per le quali vengono eseguiti interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia ovvero le parti comuni di edifici residenziali per le quali vengono eseguiti interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia. L´agevolazione è prevista anche nel caso di realizzazione rimesse o posti auto pertinenziali, eliminazione di barriere architettoniche e bonifica dall´amianto.
    Consiste in una detrazione Irpef del 50% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2013 e del 36% per quelle sostenute oltre. L´importo massimo su cui calcolare la detrazione è pari a 96.000 euro fino al 31 dicembre 2013 e 48.000 euro a partire dal prossimo anno.

    Acquisto mobili
    Sono agevolabili gli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (classe A per i forni), per apparecchiature per le quali è prevista l´etichetta energetica, finalizzati all´arredo dell´immobile oggetto di ristrutturazione. L´agevolazione consiste nella detrazione Irpef del 50% delle spese sostenute fino ad un massimo di euro 10.000.

    Interventi di risparmio energetico
    Oggetto dell´agevolazione sono gli interventi finalizzati alla riqualificazione energetica degli edifici. L´importo massimo su cui calcolare la detrazione è di 100.000 euro per gli interventi per la riduzione del fabbisogno energetico di edifici esistenti; 60.000 euro per gli interventi riguardanti pareti e finestre su edifici esistenti ovvero per l´installazione di pannelli solari; 30.000 euro per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale. A partire dal 2014 l´importo massimo per tutte le categorie è pari a 48.000 euro. La detrazione è pari al 65% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2013 e del 36% per quelle sostenute successivamente (vai alla
    Guida all´efficienza energetica nelle PMI).

    Interventi antisismici
    Sono agevolabili gli interventi su edifici ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità . L´importo massimo detraibile è pari a 96.000 euro fino al 31 dicembre 2013 (detrazione pari al 65%) e 48.000 euro dal 1° gennaio 2014 (detrazione pari al 36%).

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Efficienza energetica, antisismica e ristrutturazioni: le detrazioni inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *