• Decreto incentivi e Fisco: le “altre” novità 

    Decreto incentivi e Fisco: le "altre" novità Il d.l. n. 40/2010 – meglio noto come Decreto Incentivi Ecologici 2010 contiene anche importanti disposizioni in materia di frodi fiscali internazionali e nuove indicazioni sulla gestione dei contenziosi e sulla notifica di atti ai non residenti.

    Lotta all’evasione
    Il decreto prende di mira le operazioni “carosello” e “cartiere” ed obbliga i soggetti passivi IVA a comunicare telematicamente all´Agenzia delle Entrate tutte le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate e ricevute nei confronti di operatori economici dei Paesi “black list”.

    Dal prossimo 1 maggio, inoltre, le società  dovranno informare – attraverso il modello di Comunicazione Unica – Camera di commercio, Agenzia delle Entrate, Inps e Inail degli eventuali trasferimenti all´estero della propria sede.

    Il decreto legge introduce poi misure finalizzate a contrastare la fruizione illegittima di crediti d´imposta.

    In caso di utilizzo illecito di crediti agevolativi – la cui fruizione è stata autorizzata da amministrazioni ed enti pubblici, anche territoriali – l´Agenzia delle Entrate trasmetterà  a queste strutture i dati sui crediti utilizzati in diminuzione delle imposte, in modo da accelerare le procedure di recupero.

    Notifiche ai contribuenti residenti all´estero
    Le notifiche ai contribuenti non residenti si considerano valide se effettuate tramite raccomandata con ricevuta di ritorno presso la residenza estera indicata nell´Anagrafe degli italiani residenti all´estero o la sede legale estera risultante dal Registro delle imprese.
    In mancanza di queste informazioni, la notifica sarà  inviata all´indirizzo indicato in sede di richiesta del codice fiscale o di variazione dei dati.

    Deflazione del contenzioso
    Il contribuente, nell´ambito della conciliazione giudiziale, dovrà  adesso presentare adeguata garanzia per il pagamento delle rate delle somme dovute solo quando l’importo complessivo delle rate successive alla prima sia superiore a 50.000 Euro.

    Incentivi

    Come noto, infine, è di 300 milioni di euro la dotazione del Fondo per gli incentivi destinati ai consumi, alle abitazioni, alla mobilità  sostenibile, all´efficienza energetica, alla sicurezza sul lavoro e all´innovazione.

    Si va dal bonus per l´acquisto di motocicli elettrici ad elettrodomestici ad alta efficienza energetica, dagli eco-immobili alle macchine per uso agricolo. Sconti anche per motori ad alta efficienza e per nautica da diporto.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Decreto incentivi e Fisco: le “altre” novità  inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *