• Breve panoramica dei grafici di Excel

    Excel presenta diversi tipi di grafici: vediamo brevemente le caratteristiche di ognuno.

    Gli istogrammi consentono di visualizzare le variazioni dei dati del tempo e diventerà confronto per elementi diversi. Le categorie sono solitamente disposte lungo l’asse x, mentre i valori è possibile trovarli sull’asse y. Abbiamo diversi tipi di istogrammi: istogrammi non in pila e istogramma 3D raggruppato, istogramma in pila e istogramma 3D in pila, grafici e cilindro, a cono e a piramide.

    Nei grafici a linee possono essere visualizzati i dati che in una tabella sono disposti in colonna o le righe. Questo tipo di grafico è ideale per la presentazione di dati in periodi di tempo. Anche in questo caso abbiamo diversi tipi di grafici (a linee in pila, a linee in pila 100%, a linee 3D, etc): dovremo scegliere il più idoneo a rappresentare il nostro lavoro.

    I grafici a torta sono il tipo di grafico ideale per rappresentare una serie di dati proporzionale rispetto alla somma degli elementi; ogni fetta della torta rappresenterà una categoria di dati. È consigliato usarlo quando è presente un’unica serie di dati da utilizzare, nessun valore e negativo e non ci sono più di sette categorie. Abbiamo grafici a torta e a torta 3D, a torta della torta e a barre della torta, a torta esplosa e a torta 3D esplosa.

    Nei grafici a barre abbiamo confronto tra i singoli elementi; in questo caso i valori sono riportati sull’asse x, mentre gli elementi sono sull’asse y. È consigliabile utilizzarlo quando le etichette di asse sono molto lunghe, oppure quando i valori da presentare sono costituiti da durate.

    I grafici ad area servono ad evidenziare l’entità delle variazioni del tempo; anche questo caso abbiamo vari tipi di grafici ad area, in 2D e in 3D, l’unica cosa da fare è quella di scegliere.

    I grafici a dispersione sono molto utilizzati in ambito statistico: sera del frate di illustrare le relazioni 3 valori numerici in più serie di dati.

    Meno usati, se non in specifici settori, sono i grafici azionari, i grafici a superficie, i grafici ad anello, i grafici a bolle e a radar.

    L’importante, quando si deve creare un grafico, è scegliere quello che meglio rappresenta i nostri dati, senza tralasciare, ovviamente, l’aspetto grafico.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Breve panoramica dei grafici di Excel inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. giovanni dice:

      Meglio che con googledocs, anche se quando sono troppi non si sa cosa scegliere.

    2. Federico dice:

      Ciao,
      volevo chiedere se è possibile con un grafico 3d in pila avere più serie.
      Sono due ore che ci giro intorno e non riesco a trovare l’opzione giusta.
      Ogni volta mi fa una colonna con tutti i dati uno sopra l’altro ma a me interessa avere due colonne ciascuna con più dati uno sopra l’altro.
      Qualcuno ne conosce la formula magica? :)

    3. Roy dice:

      provo a postare questo bug che ho riscontrato anche qui sperando che qualcuno lo faccia presente a chi può eventualmente risolverlo:
      quando in un grafico a cui ho dato un formato 3d il valore di un dato equivale a zero si scombussolano tutti i colori assegnati agli altri dati e a volte quando vengono rappresentate due tipologie di dati e una è a zero viene rappresentata l’altra con il colore al 100% di quella a zero oppure sempre tutto con il colore dell’ultima in legenda.

      fate delle prove e vi accorgerete di quanto casino faccia quando qualche dato va a zero.

      se invece il grafico a torta non ha nessun formato 3D tutto funziona bene.

      ps
      l’ho postato ma nessuno s’è degnato di rispondere qui:
      http://blogs.msdn.com/office_online_italia/archive/2007/10/10/il-bug-in-excel-2007-ecco-la-soluzione.aspx

    4. Da me funziona tutto. comunque un consiglio sempre valido è quello di scaricare tutti gli aggiornamenti disponibili e i service pack.

    5. Roy dice:

      Faccio presente che il pacchetto office è aggiornato a oggi, ma per scrupolo ho installato da zero su un sistema pulito il pacchetto office 2007 compreso di SP1 e aggiornamenti e il problema che ho segnalato persiste. Se esplodi il grafico poi è ancora più evidente il problema segnalato. Potresti segnalarmi una mail a cui mandare eventualmente un file excel conprendente un grafico che soffre di questo problema, oppure un filmato che ne ritrae l’esecuzione, così lo puoi analizzare?

    6. mandamelo così vedo.

    7. Roy dice:

      Per meglio capire cosa intendo fate così: inserite 3 categorie (evidenziando le rispettive celle con dei colori diversi)ed i rispettivi valori, dopodiche create un grafico a torta 3D a cui assegnerete per ogni categoria il colore che avevate assegnato in precedenza (questo serve x meglio evidenziare gli errori di rappresentazione). Fatto ciò cominciate ad inserire degli 0 (zero) alternativamente dentro alle celle e noterete che se lo zero è inserito nell’ultima cella della serie colorerà di quel colore tutto il grafico, mentre se è inserito nella penultima colorerà il grafico solo con il colore della penultima e dell’ultima anche se nella prima è inserito un valore superiore a zero. Non solo, se inserite anche le etichette nel grafico noterete che viene rappresentato anche lo zero della categoria o delle categorie con questo valore. Fate conto che nella versione non 3 D tutto ciò non succede e in più non succede se invece di inserire il valore zero cancellate il contenuto della cella.

    8. Prova a mettere i dati in colonna anziche in riga: ad esempio nella colonna A inserisci le tre etichette e nella colonna B i valori.

    9. Roy dice:

      No, non funziona neanche così. Il problema è che quando la cella contiene un valore pari a zero, o una formula, la rappresentazione 3D del grafico va a farsi benedire. Se noti l’esempio che ti ho inviato noterai che questo succede anche perchè excel ordina i vari grafici sovrapponendoli come delle tendine (questo lo si nota in modo evidente esplodendo il grafico) e quindi riempendo (sbagliando) una “torta” pari a zero copre le altre. Tutto ciò non succede se la cella è vuota. Quindi secondo me bisognerebbe risolvere il problema legato alla rappresentazione 3D delle celle con valore zero e poi dare l’opportunità di non visualizzare nel grafico le celle che hanno un valore uguale a zero esattamente come è già previsto per le celle vuote (tramite il percorso: selezione grafico – Progettazione – Seleziona dati – Celle nascoste e vuote).

    10. giovanni dice:

      Ho provato a verificare quanto Roy dice, ma a me funziona tutto.

    11. Riy dice:

      Giovanni prova ad utilizzare per esempio lo stile 26 in progettazione – stili grafici

    12. Roy dice:

      C’è qualcuno che mi sa dire dove posso segnalare questo bug e altri 4 che ho riscontrato in excel 2007?
      grazie

    13. http://www.microsoft.com/italy/info/contattaci.mspx

      Questa è la pagina con i contatti telefonici di Microsoft. Puoi provare qui. Ciao

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *