• Tomboy: e le note diventano ipertestuali

    tomboy-sincronizzazione.jpg

    Ormai utilizzare i gloriosi post-it per prendere nota di avvenimenti e cose da fare non va più di moda. A sostituirli sono i tantissimi strumenti software presenti in Rete, che portano il vantaggio di non creare disordine sulla scrivania e anche di diminuire l’impatto ecologico del proprio lavoro.

    Per quanto semplice possa essere il concetto di post-it molti di questi strumenti mettono a disposizione strumenti davvero avanzati che di certo un post-it cartaceo non ha.

    Tomboy è uno di questi strumenti.

    La peculiarità di Tomboy è quella di permettere di creare note concatenate tra loro mediante link. Sarà come costruire un ipertesto di note. Potremo così suddividere una nota in sotto note più semplici per descrivere facilmente l’appunto preso.

    Al di là della sua utilità, possiamo sfruttare questa funzionalità anche per mettere su una rozza ma funzionale (e soprattutto leggera) wiki personale.

    Tomboy è compreso nell’installazione di Linux Ubuntu, ma è disponibile per molte piattaforme (Linux con Gnome, Windows e Mac).

    Una volta aperto Tomboy, l’interfaccia semplice ed essenziale risulterà auto esplicativa. Al centro saranno elencate le note in base ai filtri selezionati sulla sinistra.

    Le note possono essere organizzate in blocchi note, così da riunire le note su di uno stesso argomento. Per creare un nuovo blocco note clicchiamo “File -> Blocchi note -> Nuovo blocco note”.

    Per creare collegamenti ipertestuali fra le note basterà digitare il nome di una nota esistente all’interno di quella che stiamo creando. Istantaneamente verrà creato il collegamento.

    Tomboy salverà automaticamente le note mentre le si scrive così da facilitare ulteriormente il suo utilizzo.

    Interessante anche la funzione di ricerca, che permette di ricercare il testo all’interno del titolo e del contenuto delle note.

    Ma non finisce qui. Tramite le preferenze (accessibili da “Modifica -> Preferenze”) sarà possibile scegliere se impostare il controllo ortografico, abilitare la creazione di nuove note in stile wiki (digitando parole in CamelCase e cliccandoci sopra), creare modelli per le nuove note, creare assegnazioni per shortcut, ed effettuare una sincronizzazione delle note su disco e anche via Web (usando il servizio Ubuntu One).

    Tomboy è scaricabile gratuitamente dalla sua scheda sul sito dei progetti di Gnome.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Tomboy: e le note diventano ipertestuali inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *