• Anche OpenOffice.org ha i suoi pro e contro

    ooo_proecontro.gif

    Dopo aver fatto una presentazione del pacchetto Office made in Sun, oggi vediamo i pro e i contro, oltre a confrontarlo, per quanto è possibile, con Microsoft Office.

    Ho letto su blog, forum e newsgroup parecchi commenti, recensioni, esperienze, ci ho aggiunto anche le mie e se poi voi volete dire la vostra, continueremo la lista.

    Pro

    1. È gratuito
    2. Ha un’interfaccia molto semplice, chiara e pulita, come Office prima del 2007
    3. È opensource, quindi nessuno spyware o altri software maligni
    4. Viene aggiornato spesso
    5. Ha la licenza LGPL
    6. È stato tradotto in circa 70 lingue
    7. La sua installazione richiede un quinto dello spazio su disco richiesto da Office
    8. È possibile leggere/scrivere i file salvati in altri formati, tra i quali quelli di Microsoft Office
    9. È multipiattaforma
    10. Salva i documenti con lo standard OpenDocument, quindi piena compatibilità futura, presente e passata
    11. I file salvati arrivano a pesare anche un decimo rapportati a quelli di Microsoft Office
    12. Esporta in PDF
    13. Gira su computer anche non recentissimi
    14. Gira su sistemi operativi da Win95b in poi
    15. Calc non pone limite al numero di righe di dati per foglio di calcolo. Il povero Excel nell’ultima versione ne ha “solo” 25 milioni
    16. È ancora giovane ed ha ampi possibilità di crescita
    17. Si sta diffondendo anche a livello di amministrazioni pubbliche.

    Contro

    1. Le parti scritte in Java richiedono molte risorse e rallentano un po’ tutto
    2. Per utilizzarlo dobbiamo aver installato Java
    3. Draw, il programma di grafica vettoriale inclusa nel pacchetto fa davvero pena. Meglio Inkscape
    4. Nell’uso professionale ha diverse carenze
    5. Passare da Office a OOo non è proprio così immediato nonostante l’interfaccia funzionale
    6. Ha parecchie lacune nell’integrazione con il web
    7. All’apertura di file pesanti è veramente lento
    8. Su Mac OS X non va
    9. Ci sono ancora diversi bug da risolvere
    10. È troppo giovane per competere con l’esperienza del nonno Office
    11. Thesaurus e il vocabolario si installano a parte
    12. Conversione di documenti Office con Macro impossibile
    13. Non ha gente pagata per lavorarci sopra tutti i giorni

    Facendo una media di quello che ho scritto, quello che ho provato e quello che ho letto sul web, sembra che OOo sia più indicato per un “utilizzo domestico”, c’è inoltre da dire che ce ne vuole ancora molta di energia prima di arrivare ai livelli di Microsoft Office 2007.

    Ma se Office fosse gratis?

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Anche OpenOffice.org ha i suoi pro e contro inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. Luca dice:

      Bel dilemma… se Office fosse gratis non ci sarebbe gara! L’esperienza di Microsoft è superiore, niente da fare per gli altri.

    2. fmortara dice:

      Più che “bel Dilemma” io direi domanda inutile…

    3. kirk dice:

      punto 3 e 13 forse sono esagerati.
      inkscape è meglio perchè vuole competere non con office ma con altri programmi di grafica vettoriale…allora illustrator è ancora meglio ;-)
      Nessuno lavora per niente. La Sun etc. pagano i suoi programmatori come fa Microsoft. Il modello di business è diverso, mancano il revenue dato dalla vendita delle licenze, di conseguenza gli investimenti saranno minori.
      senza dubbio in molti uffici, tra cui il mio, open office è + che sufficiente.

    4. Alessandra dice:

      Sono utente Mac e Linux.
      Su mac utilizzo NEOFFICE che è un porting e come tale è sempre indietro alla versione corrente di OpenOffice.org (oggi siamo alla 2.1 patch 7 per gli utenti normali, un po’ più avanti per gli utenti “benefattori”).
      Purtroppo OOo non è particolarmente stabile nel caso ci siano più conversioni di file successive (es. doc->odt->doc).
      Lo trovo invece performante con i formati file aperti. Il problema che tutto il mondo ha Microsoft Office (magari craccato!!) e difficilmente la gente si convince (anche a livello domestico) ad utilizzare un prodotto “gratuito” (sinonimo di: dov’è la fregatura? Sicuramente non funziona).

      Ma come Vista rischia di essere il maggiore sponsor di Linux, così Microsoft Office 2007 potrebbe diventare un buono sponsor di OOo ;)

    5. Alez Karbura dice:

      Se Ms Office fosse gratuito rimarrebbe sempre il problema dei formati proprietari.

    6. giomini dice:

      sul punto 13 dei pro volevo dire che ho provato OOo 2 su un pentium 133 con 32MB di ram, ma per partire ci sono voluti 3-4 minuti
      qualeche altra cosa
      punto 6 dei contro: con writer si può salvare anche in html+css provate a farlo con UNO QUALSIASI dei programmi microsoft(anche di quello per la programmazione), poi venite a raccontarmi che razza di codice è uscito fuori
      8: non è vero. tra i pro c’è l’elenco delle piattadorme compatibili a confermare. è vero che bisogna installare x11, ma c’è anche la guida su come farlo sul sito della apple
      9: ditemi un programma dove non ce ne sono
      10: mah, sarà…
      13: dicendo questo si classifica “non buono” quasi tutto il mondo dei software opensource

      e se MS office diventasse gratis io continuerei ad usare openoffice

      PS a mio avviso office 2007 è orripilante

    7. fidi dice:

      io uso openoffice e non una versione pirata di office per coerenza. Trovo openoffice molto efficiente e non mi à mai dato problemi, a parte una volta che mi à letteralemte segato un file a metà, nel senso che di cento pagine, sono rimaste 50, mai capito perchè, ma adesso ogni volta che lo uso, salvo i file lavorti in vri formati in odt, doc, rtf e pdf… e non ò più avuto probelmi

    8. AFAIK, JAVA non e’ un requisito obbligatorio per utilizzare OpenOffice. L’installazione dice solo che non avendo Java si perdono alcune funzionalita’ avanzate, io lo uso da anni e non ho ancora scoperto quali sono – riesco a fare tutto cio’ che mi serve.
      OpenOffice per mia esperienza ha meno crash di MsOffice, perlomeno nel confronto Writer / Word.
      E’ vero che il passaggio dall’uno all’altro non e’ indolore, specialmente se un’azienda usa MsOffice da sempre, ma secondo me o vantaggi nel medio periodo sono molto superiori agli svantaggi immediati.

    9. Michela dice:

      se office fosse gratuito lo useremmo tutti!!!
      Va bene avercela con Microsoft, ma dovete ammettere che Office è un ottimo programma

    10. Daniele dice:

      Sul lavoro, a volte devo usare MsOffice 2003, ma non ho dubbi: molto meglio OpenOffice.org!
      Sia per l’usabilità, sia per il formato dei documenti, appena posso trasformo i file e lavoro con OpenOffice.org.

      Daniele

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *