• Il microcredito insegnato da un anglo-italiana

    mybnk.jpgLily Lapenna nata nel 1980 da genitori italiani è la fondatrice di Mybnk. La banca londinese può contare su 60mila correntisti pienamente soddisfatti dei servizi offerti: si tratta di una social enterprise che permette ai ragazzi tra gli 11 e i 25 anni di aprire un conto corrente imparando il valore del denaro e l’importanza del risparmio.

    Altro punto di forza di Mybnk sono i prestiti a tasso zero, mai superiori a mille sterline, che permettono ai giovani di finanziare ed avviare i loro progetti d’impresa. Il tasso di restituzione si aggira intorno al 98% grazie al clima fiduciario instaurato con i giovani clienti. Oltre alle attività  di project financing, Mybnk realizza anche programmi formativi in ambito finanziario ed imprenditoriale: sono gli stessi “alunni” che, dopo essere stati formati, diventano insegnanti e ambasciatori della banca, che ottiene così un poderoso ritorno d’immagine per acquisire nuovi clienti. Nonostante il successo, Lilly Lapenna non sembra intenzionata ad espandersi su scala internazionale: crede che la sua banca possa rappresentare un valido modello di riferimento per formare culturalmente i giovani alla finanza, e concedere prestiti alle microimprese, ma vuole rimanere radicata a Londra.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Il microcredito insegnato da un anglo-italiana inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *