• Amministratore e CdA: compensi indeducibili dal reddito

    Consiglio di amministrazioneE’ un pugno nello stomaco la sentenza n. 18702 del 13 agosto 2010 della Corte di Cassazione secondo la quale le società  di capitali non possono dedurre i compensi corrisposti all’amministratore unico o ai membri del consiglio di amministrazione.

    La sentenza è stata emanata al termine di un contenzioso tra una società  a responsabilità  limitata e l´Agenzia delle Entrate che, in passato, ha notificato avvisi di accertamento chiedendo maggiori imposte.

    La Sezione Tributaria fa riferimento al D.P.R. n. 917 del 1986 secondo il quale non sono ammesse deduzioni a titolo di compenso per il lavoro prestato o per l’opera svolta dall´imprenditore, limitando la deducibilità  delle spese per prestazioni di lavoro a quelle sostenute per lavoro dipendente e per compensi spettanti agli amministratori di società  non consentendo, pertanto, di dedurre dall´imponibile il compenso per lavoro prestato e l´opera svolta dall´amministratore di società  di capitali.

    Secondo la Corte, infatti, la posizione dell´amministratore delle società  di capitali, sotto il profilo giuridico, è equiparabile a quella dell´imprenditore non essendo individuabile la formazione di una volontà  imprenditoriale distinta da quella della società  e non ricorrendo l´assoggettamento all´altrui potere direttivo, di controllo e disciplinare che costituisce il requisito tipico della subordinazione.

    Ma la Corte di Cassazione dice di più: sono coinvolti da questa sentenza non soltanto i compensi corrisposti all´amministratore ma anche quelli corrisposti ai membri del consiglio di amministrazione poiché risulta identica nei due casi la problematica di fondo.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Amministratore e CdA: compensi indeducibili dal reddito inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. l.m. dice:

      mi pare sia stato però precisato che la deduzione è consentita e riconosciuta se il compenso stabilito è frutto di delibera assembleare della società  e così per gli anni successivi.

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *