• Office 2003 batte Office 2007

    loveoffice2003.jpg

    Da un recente sondaggio di ZDNet sembra che il vecchio Office 2003 non vuole gettare la spugna. A dirlo sono le aziende che preferiscono utilizzare la "vecchia" versione del pacchetto (58%) contro quelle che hanno già aggiornato i loro sistemi alla più recente versione 2007 (solo il 24%); seguono Office XP (15%) e chi non utilizza pacchetti Microsoft (3%). Le cause di questo attaccamento sembrano essere diverse:

    • L’interfaccia Ribbon rappresenta senz’altro un grande passo avanti ma molte aziende preferiscono la vecchia GUI ai corsi di aggiornamento per i propri dipendenti che si devono adattare alle sue funzionalità.

    • Il costo delle licenze di upgrade e la recente crisi finanziaria, per aziende con centinaia di postazioni il costo non è indifferente;
    • L’utilizzo di hardware obsoleto che comporterebbe un aggiornamento/sostituzione dello stesso.

    Sarà interessante vedere cosa succederà con l’imminente Office 2010. E nella vostra azienda, se utilizzate il pacchetto Office, pensate di aggiornare o rimanete fedeli alla vecchia versione?

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Office 2003 batte Office 2007 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. francesco dice:

      Utilizzo Openoffice e credo che convincerò anche altri ad utilizzarlo.
      Più che un problema di interfacce, preferisco il classico, e di funzioni (il novanta percento di chi conosco sa a malapena creare tabelle in word), ritengo sia una problema di formati.
      Spesso mi girano file di office recenti percheé le versioni precedenti non li leggono. Openoffice si.

    2. ziomaul dice:

      Veramente le segretarie sono arrabbiatissime per la nuova interfaccia MS-Office che le obbliga (oramai è tanto tempo) ad avere sulla scrivania un prontuario per districarsi.

      Il prossimo OpenOffice avrà la possibilità di cambiare i menu (e parte dell’interfaccia) con dei Plug-in tra cui quello che lo rende simile all’interfaccia MS-Office 2007. Ma l’interesse suscitato da questo Plug è risultato minimo se non addirittura innescando delle proteste del tipo “invece di fare cose inutili”.

      Ciao

    3. Max dice:

      Secondo me chi si lamenta di Office2007 non lo ha “veramente” utilizzato. Sono un utente della prima ora e si, ci vuole qualche giorno per prendere confidenza con la nuova interfaccia ma la mia produttività è subito salita di un buon 20%!! Ora tutti i comandi sono a portata di 1 massimo 2 clic, perfettamente visibili a colpo d’occhio senza dover aprire tendine varie…non c’è paragone! Ma capisco che le aziende abbiano avuto qualche remora al salto per i motivi da voi descritti….però mi dico/chiedo…chi sono quei minorati/e mentali che hanno bisogno di un corso per passare da office 2003 a 2007? Basta 1 ora e gia hai acquisito il 70% della nuova configurazione….forse il problema è che per un pò dovresti attaccare il cervello invece di fare le cose a occhi bendati.

    4. silverbuck dice:

      il problema della mia ditta è che uso moltissimi applicativi contenenti macro e macro excel che estraggono dati da SQL dal gestionale, tali formule e macro(già provato) si sbomballano tutte dopo aver installato office 2007…mi viene male a pensare di dover insegnare a tutti i dipendenti ad usare la nuova versione e soprattuto, al tempo perso per creare gli applicativi e a quello che perderò nell’adattamento alla versione 2007!!!!!!!!!

    5. ziomaul dice:

      Verissimo quello che dice silverbuck@ anch’io noto che molte macro non funzionano più, ma non è caso strano in quanto è il classico standard Microsoft … Ovvero non esiste standard!

      Oltretutto è difficile utilizzarlo in quanto solo Max@ in Italia riesce ad essere al livello della pubblicità MS :D

      Ciao

    6. Max dice:

      Mi rendo conto solo ora che in effetti quanto ho scritto poteva sembrare uno spot, ma quella è stata la mia impressione dopo un paio di giorni d’uso. Infondo il marketing si dovrà pure basare su qualcosa di vero altrimenti ziomaul mi dovresti spiegare i successi della Apple!
      Comunque le mie impressioni si basavano su un uso standard di Office 2007, ovvio che se lavorate con aziende e con applicativi con forte presenza di macro la flessiblità nell’adozione di nuovo software quasi si azzera. Non sono esperto di macro ma ho perso vista a sufficienza per sapere che in un file di input basta una virgola fuori posto e il programma non gira. Che valga anche per le macro?

    7. ziomaul dice:

      Caro Max

      Marketing non vuol dire aver un “prodotto buono” (al massimo aiuta), ma saperlo vendere. In tal caso mi spigheresti come mai la Commodore (ricordi Amiga?) falli’ e non la Apple?

      Le macro sono “script interpretati”, basta pochissimo, un nulla, che da un interprete ad un altro non funzioni più niente. Oddio lo capisco su i file MS per l’interprete di OpenOffice o Sinfony o ecc., ma è gravissimo se è la stessa ditta.

      Sapessi quante volte son stato tentato di recarmi alla Microsoft e “lanciargli le sedie” al grido “Mannaggia fate le cose per bene!!!” per via dei casini che mi hanno combinato … Questo accadeva perché non avendo concorrenza non erano motivati (“mangi questa minestra o salti dalla finestra”) nel fare “le cose per bene”. Adesso io PRETENDO (cavoli lo pago!) un software di alta qualità dalla MS!!!

      Ciao

    8. max dice:

      beh …sul fatto che dovrebbero (MS) avere maggior riguardo verso il cliente nulla da eccepire…anche perchè infondo basterebbe cosi poco…

      Ciao

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *