• Falsi eventi su Facebook: sempre più utenti ci cascano

    Falsi eventi su Facebook

    Non passa giorno in cui non arrivi un più o meno evidente report di attacchi o altri pericoli che circolano sui social network. L’ultimo in ordine di tempo arriva da Sophos e riguarda il più popolare tra questi siti: Facebook.

    Secondo quanto rilevato dai ricercatori di Sophos, infatti, gli spammer avrebbero sperimentato una nuova frontiera per raggiungere e ingannare con una certa semplicità milioni di utenti, approfittando della tendenza secondo cui moltissimi degli iscritti al popolare sito mostrano poca attenzione a cliccare sui contenuti che vengono loro proposti.

    Le tendenze notate riguardano infatti un massiccio invio di inviti a falsi eventi, che avrebbero preso di mira oltre 10 milioni di utenti Facebook in tutto il mondo.

    Obiettivo di tale pratica è quello di condurre gli utenti, per mezzo di link inseriti tra le informazioni dell’evento, a visitare dei siti esterni al social network, siti in cui si viene invitati a compilare dei sondaggi online il cui guadagno entra però tutto nelle tasche degli spammer.

    Altra prassi è poi legata alla richiesta di inserire il numero di cellulare, il quale sarebbe poi utilizzato per attivare servizi non richiesti ovviamente a pagamento, con il risultato di causare un danno economico non proprio indifferente agli utenti ingannati, i quali si ritrovano spesso buone quantità di credito telefonico decurtato a loro insaputa.

    Nonostante le avvertenze dei ricercatori sembra che a cadere in queste trappole siano ancora oggi numerosissimi iscritti, pare per abitudini dovute ad una certa superficialità nell’accettare inviti e cliccare su link esterni messe in atto da un numero molto elevato di persone.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Falsi eventi su Facebook: sempre più utenti ci cascano inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    sponsor

    Commenti

    1. nico dice:

      Segnalo quella che a mio modo di vedere è la porta aperta al pishing selvaggio by fb. Come è noto le app Fb sono ospitate dai Tab.
      Se prima i Tab potevano contenere solamente FBML e FBJS — con grandi limitazioni di funzionalità — ora invece i Tab supportano gli IFRAME, permettendo agli sviluppatori di fare e caricare praticamente qualsiasi cosa all’interno di una Pagina Facebook.

    Commenta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *