• Comunicazioni IVA: da gennaio 2010 si cambia

    Sono stati recentemente approvati dall’Agenzia delle Entrate i nuovi modelli AA7/10 e AA9/10 unitamente alle istruzioni per la compilazione e presentazione telematica.

    I modelli dovranno essere utilizzati dall’1 gennaio 2010: il primo dai soggetti diversi dalle persone fisiche (società , enti, associazioni) e dalle persone fisiche, mentre il secondo, per le dichiarazioni di inizio attività , variazione dati o cessazione attività .

    Oltre alla modalità  telematica con trasmissione diretta da parte del contribuente o tramite i soggetti incaricati, è possibile avvalersi della consegna, anche mediante delegato, a un qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate anche mediante raccomandata.
    Le novità  dei modelli AA7 e AA9 riguardano le sezioni relative ai soggetti non residenti e quelle dedicate al modello di Comunicazione unica.

    In particolare, i non residenti con stabile organizzazione nel territorio dello Stato non possono più nominare un rappresentante fiscale ma devono far confluire tali operazioni nella posizione Iva attribuita alla stabile organizzazione attiva in Italia.

    L’altra modifica è relativa alla neonata ComUnica.
    Attraverso la presentazione di tale modello è possibile assolvere tutti gli adempimenti amministrativi, previdenziali, assistenziali e fiscali connessi all’apertura di nuove imprese e ottenere il codice fiscale e la partita Iva.

    L’utilizzo della Comunicazione unica sarà  obbligatorio dal 31 marzo 2010, sino a quella data, invece, è facoltativa.

    Sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico è disponibile la versione del modello modificato, da ultimo, dal decreto interministeriale del 19 novembre scorso.

    Se vuoi aggiornamenti su Comunicazioni IVA: da gennaio 2010 si cambia inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *