• Leopard e Symantec: il nuovo connubio

    symantec1.gif

    Da che mondo e mondo gli utenti di Internet hanno associato il nome Symantec alla compagnia che produceva sistemi di protezione per sistemi Windows.

    Norton è uno dei software che vengono tradizionalmente installati sulle nuove macchine Microsoft che vengono commercializzate. Molte utenze si sono sempre ritrovate con un antivirus Symantec senza nemmeno saperlo.

    Ebbene, ecco che quando ho letto la notizia di Emanuele Menietti un po’ di stupore l’ho avuto.

    Fondamentalmente sarebbe abbastanza recente l’annuncio di Symantec di dedicarsi alla protezione dell’ultimo sistema di casa Apple.

    L’investimento c’è stato, ed è stato parecchio corposo da parte della casa di produzione, ora dovremo valutare se e come questi sforzi saranno ripagati dalle utenze.

    Io personalmente ho delle riserve e delle perplessità, anche perché mi domando come gli utenti Mac possano ricorrere ad un servizio di protezione del genere che ha costi decisamente elevati.

    Ora io non sono un Mac-user (perdonatemi per questo), ma conto di diventarlo a breve, però mi domando in che modo si concili la politica Symantec con quella della casa di Cupertino.

    Prima di tutto sappiamo che le minacce alle quali sono soggetti i Mac sono decisamente inferiori a quelle che devono fronteggiare (invece) gli utenti PC.

    Alcuni analisti hanno messo in evidenza come questo interesse di Symantec si rifletta su Leopard come conseguenza dei successi che Apple ha avuto in questo ultimo periodo.

    Io Norton non lo uso più da parecchio tempo, nei miei sistemi Windows; magari però qualche collega di oneApple ci sta leggendo e può suggerire qualche altro software per la protezione Mac.

    Oppure, perché no, può sfatare i miei dubbi sulla protezione offerta da Symantec. Mi piacerebbe sapere qualcosa di più da chi con i Mac ha a che fare ogni giorno. A voi la parola dunque.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Leopard e Symantec: il nuovo connubio inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. Piero Lisco dice:

      adesso si che i Mac saranno sistemi sicuri >:-E

    2. Ratamusa dice:

      Voglio pensare che le loro cose non si sparpaglieranno per l’hard disk come prima….
      Se sono tornati alla Apple, dopo anni di solo Windows, devono proprio essere alla fame più disperata….

    3. ducadicrespo dice:

      Su oneApple si dice che questo NAV serva per proteggere i PC con Windows che sono collegati ai Mac!!!! Moooolto altruista!!!! Patetico.

    4. Emanuele dice:

      Personalmente, io l’ho installato.
      Lavoro in un negozio di computer, qui ci sono tutti PC e solo io uso il Mac. Tutti i computer sono collegati in rete e ogni giorno incollo nel mio mac molti ma molti file presi da chiavette usb che magari mi porta un cliente per controllare un file o robe così… Io sto tranquillo, so che sono al sicuro, ma se poi magari il file è infetto, e io lo copio sul server e questo sfugge all’antivirus installato sul server? Che succede? Visto che non mi porta via praticamente nulla per quanto riguarda la RAM, io intanto lo sto provando e non funziona affatto male.

    5. davide dice:

      Personalmente sui MAC (un iMac con Leo ed un MacBook con Tiger) uso ClamXAV gratuito per uso personale, ma più per scrupolo che altro… in effetti finora (dal 2004) mi è capitato qualche file da Office(.doc o .xls) o comunque multimedia tipo .WMV con una qualche forma di infezione, ma comunque innoqui per MAC.
      La paranoia suggerisce: non è che poi i signori di NAV si mettano a diffondere virus o trojan per MAC in modo sistematico?
      Vabbè, spero sia solo paranoia.

    6. Il punto è: esistono alternative gratuite valide, se la risposta è affermativa perché spendere soldi?
      Ditemi voi cosa ne pensate ;-)

      Ciao : )

    7. Ratamusa dice:

      Non credo sia quello il problema.
      L’impressione mia è che quelli della Symantec, oramai alla frutta, vogliano insinuare che le macchine Windows si infettino quando sono collegate a un Mac o che l’OS X sia fonte di contagio…..
      Come se due S.O possano contagiarsi a vicenda…..
      Insensato…..Insensato…..

    8. dorylinux dice:

      @emanuele

      …tanto per dar un peso adeguato alla tua affermazione:
      >>> “io intanto lo sto provando e non funziona affatto male.”

    9. dorylinux dice:

      …ooOopss…. manca un pezzo quì sopra, il post integrale era:
      —————————————————
      @emanuele

      …tanto per dar un peso adeguato alla tua affermazione:
      >>> “io intanto lo sto provando e non funziona affatto male.”

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *