• Query Vs. Maschere in Access

    La complessità di un applicativo come Microsoft Access, rispetto ad un foglio elettronico come Microsoft Excel, è indiscutibile. Ma altrettanto indubbia è la sua capacità di velocizzare enormemente processi altrimenti più lenti se elaborati attraverso le tradizionali lavagne elettroniche.

    Questa motivazione, da sola, vale ogni possibile sforzo speso per imparare ad usare bene questa potente procedura.

    Approfittiamone per fare un ennesimo esempio di come Access può migliorare la nostra vita lavorativa, ma non solo. Supponiamo di effettuare spesso delle interrogazioni sulla nostra base dati utilizzando una query di selezione.

    Probabilmente, per far ciò, compiremo una sequenza di azioni tipo: aprire la query in modalità “Struttura”, inserire il criterio di filtro, premere il pulsante “Visualizza” per accedere al risultato.

    Una maniera più pulita e veloce per filtrare una query di selezione è quella di lanciarla da una maschera utilizzando un pulsante e inserendo i criteri di filtro direttamente all’interno della stessa. Naturalmente si tratta di automatizzare un processo che, si suppone, venga utilizzato con molta frequenza; in caso contrario conviene utilizzare il metodo tradizionale.

    Vediamo come fare: per prima cosa occorre creare una maschera e inserire un pulsante che permetta di lanciare la query desiderata; abbiamo visto come fare in un precedente post. Di seguito si proceda alla creazione di una Casella di testo cui daremo il nome “CasellaFiltro” e all’interno della quale specificheremo i nostri criteri di filtro.

    Supponiamo di voler filtrare il campo relativo all’anno della nostra query; quello che ci resta da fare è inserire una stringa con la sintassi che segue all’interno della riga “Criteri” della colonna “Anno” della query:

    [Forms].[NomeMaschera].[NomeCampo]

    Se la nostra maschera si chiama “MascheraFiltro”, scriveremo in questo modo:

    [forms].[ MascheraFiltro].[Anno]

    Non ci resta che aprire la maschera, inserire l’anno da filtrare e premere il pulsante di avvio della query.

    Inutile aggiungere che qualora si desiderasse filtrare più campi contemporaneamente il meccanismo si applica senza problemi, basterà aggiungere altre caselle “Caselle di testo” che rappresenteranno altrettanti criteri di filtro.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Query Vs. Maschere in Access inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *