• Ubuntu abbatte i costi dell’Information Technology

    UbuntuIl più noto software open source si migliora: lo scorso 29 ottobre è stata rilasciata, infatti la versione RC 9.10 (release candidate) di Ubuntu, il software Linux-based, ideale per laptop, desktop e server.

    Indubbi i vantaggi che le Pmi potranno trarne viste le notevoli caratteristiche di Ubuntu: intanto è gratuito (inclusi gli aggiornamenti successivi) sia per il sistema operativo quanto per i programmi applicativi. E´ inoltre disponibile un supporto tecnico-commerciale, affidato a centinaia di aziende in tutto il mondo.


    Le promesse sono ambiziose ma di sicuro rispetto: azzerare i costi dell’Information Technology. In effetti, la filosofia di Ubuntu è sviluppare un software freedom che miri ad apportare benefici in tutto il mondo: ogni utente dovrà  essere libero di scaricare, copiare, distribuire, studiare e condividere gratuitamente il proprio software nonché di riuscire a lavorare nella lingua scelta. L´informatica dovrà  essere accessibile a tutti senza distinzioni legate alle condizioni economiche e fisiche.

    Le imprese che adotteranno Ubuntu si troveranno a lavorare con un efficiente e versatile sistema operativo che racchiude in sé, in un´unica piattaforma, il meglio dei software open source. Open Office, software professionale per la gestione dell´ufficio, sarà  in dotazione con la nuova versione del sistema operativo. Grazie ad esso, infatti, le imprese potranno elaborare testi, creare fogli di calcolo, visualizzare grafici e presentazioni. Il software permette, inoltre, di salvare i propri lavori nei più comuni formati usati da Word, Excel o PowerPoint.

    La navigazione sul Web è garantita da Firefox, il browser open source più diffuso al mondo mentre la posta elettronica sarà  diretta da Evolution che garantirà , inoltre, una perfetta gestione degli appuntamenti. Sono disponibili, infine, centinaia di strumenti e applicativi scaricabili gratuitamente.

    La nuova versione di Ubuntu include Ubuntu One, un applicativo che permette di eseguire backup, archiviare e condividere file e documenti con altri utenti.

    L´architettura Intel video è stata migliorata grazie alla tecnologia denominata UXA che risolve molti bug della versione 9.04 e le caratteristiche del KMS (Kernel Mode Setting) consentendo, così una riduzione del boot-time.

    E´ possibile scaricare gratuitamente Ubuntu 9.10 RC da Ubuntu.com.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Ubuntu abbatte i costi dell’Information Technology inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. stefano dice:

      giusto due dettagli:
      “Il più noto software open source” non è “solo” un software ma un sistema operativo completo.

      la release non è una RC ma quella definitiva.

      Fate bene a parlare di certe cose, è bene iniziare a creare una coscienza comune su questi argomenti.

    2. Claverx dice:

      …quella rilasciata NON è una RC ma la versione definitiva!

    3. andrea dice:

      si e poi ubuntu fa comunque schifo,vedi filesystem ext4 inaffidabile ecc,purtroppo il grande pubblico non conoscendo il “parco software libero” non conosce alternative davvero valide(non solo rispetto a ubuntu)….

    4. stefano dice:

      UBUNTU NON FA SCHIFO.
      è un sistema operativo e come tale, essendo complesso per natura, ha dei problemi.

      Come d’altronde windows, Mac OSX, e le varie distro linux (mandriva, CentOS, debian …)

      Però ha un vantaggio, non ti piace ext4? Sei libero di usare ext3! Maggiore libertà  di scelta. Windows lo puoi forse installare su qualche altra partizione oltre NTFS?

      Poi ext4 non va così male… :)

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *