• OS X sicuro contro Bash Bug: patch Apple

    OS X aggiornamento per Bash Bug

    Apple ha appena rilasciato un nuovo aggiornamento software dedicato agli utenti OS X Mavericks, Lion e Mountain Lion, che affronta e risolve la vulnerabilità Shellshock, già nota online come Bash Bug. Si consiglia dunque di aggiornare al più presto il proprio sistema operativo dedicato ai Mac, soprattutto chi lo usa in campo professionale.

    => Leggi i pericoli potenziali del Bash Bug

    Secondo quanto spiegato dalla compagnia californiana, solo pochi Mac sono stati effettivamente influenzati da Bash Bug e, soprattutto, la maggior parte di chi usa OS X è stato protetto dalla vulnerabilità per impostazione predefinita del sistema. Chi ha invece configurato manualmente il proprio computer – oppure chi lo ha fatto fare a un esperto – dovrà invece attendere il prossimo aggiornamento da Apple, che arriverà a breve.

    OS X bash Update per Mavericks, Lion e Mountain Lion

    OS X bash Update per Mavericks, Lion e Mountain Lion

    Chi ha un sistema con una versione precedente a OS X Mavericks dovrà scaricare invece i file separati, appena distribuiti sia per Lion che per Mountain Lion; chi invece esegue la build OS X Yosemite non potrà attualmente beneficiare dell’update.

    La vulnerabilità conosciuta come Bash Bug (o Shellshock) è stata scoperta di recente e ha subito scatenato una certa preoccupazione in rete, poiché potenzialmente molto pericolosa. Scoperta da alcuni ricercatori di sicurezza, l’exploit trovato nella shell dei comandi bash di Linux, Unix e OS X potrebbe essere utilizzato dai malintenzionati per l’esecuzione di codice malevolo. Ciò potrebbe mettere in ginocchio le aziende, servizi di hosting e server di tutto il mondo basati su tali piattaforme.

    => Leggi dell’allarme Heartbleed

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su OS X sicuro contro Bash Bug: patch Apple inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *