• Lavoratori distaccati, a domicilio e occasionali: gli obblighi INAIL

    SicurezzaI datori di lavoro hanno precisi obblighi assicurativi contro infortuni e malattie professionali e sono tenuti a denunciare all’INAIL – contestualmente all’inizio dei lavori e con riferimento ad ogni singola sede – la natura delle attività  e le eventuali lavorazioni che comportino rischi di malattie professionali.
    Ma come deve comportarsi l’azienda o l’impresa qualora si avvalga della collaborazione di lavoratori distaccati, a domicilio o prestazioni occasionali?

    Lavoratori distaccati

    Si considerano distaccati quei lavoratori che per necessità  del datore di lavoro vengono posti temporaneamente a disposizione di altri soggetti per l´esecuzione di una specifica attività  lavorativa. Viene definito distaccante il datore di lavoro che invia i propri dipendenti presso terzi e distaccatario il datore di lavoro che riceve in distacco i dipendenti altrui.
    Ai fini dell´assicurazione contro gli infortuni, la circolare 3/2004 del Ministero del Lavoro ha previsto che il premio rimane a carico del datore di lavoro distaccante ma è calcolato sulla base dei premi e delle tariffe applicate al distaccatario.

    Lavoro a domicilio

    E´ considerato lavoratore a domicilio il soggetto che, con vincolo della subordinazione, esegua presso il proprio domicilio o in un locale di cui abbia disponibilità  un lavoro regolarmente retribuito per conto di uno o più datori di lavoro. I lavoratori a domicilio sono parificati agli altri lavoratori. Devono, quindi, essere assicurati contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali se svolgono una delle attività  tutelate.

    Prestazioni occasionali

    L´articolo 61 comma 2 del D.Lgs. 276/2003 e la circolare n. 1/2004 del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali definiscono come occasionale i rapporti di collaborazione che hanno durata non superiore a 30 giorni nel corso dell´anno solare con lo stesso committente il cui compenso non sia superiore a 5.000 euro.

    Il committente è tenuto ad effettuare, prima dell’inizio della prestazione di lavoro occasionale accessorio, la comunicazione preventiva all’INAIL, tramite Contact Center Inps/Inail telefonando al numero 803.164, Fax 800.657657 oppure tramite sito Web. La comunicazione deve contenere i propri dati anagrafici ed il codice fiscale, i dati anagrafici ed il codice fiscale del prestatore, il luogo e le date presunte di inizio e fine della prestazione, la tipologia dell’attività .

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Lavoratori distaccati, a domicilio e occasionali: gli obblighi INAIL inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *