• Viral marketing e coinvolgimento: come creare un loop a lungo termine

    Suggerimento

    Negli ultimi anni molte aziende hanno avviato la sperimentazione delle campagne di viral marketing cioè attraverso il passaparola.

    Che si apprezzi o meno questo sistema di pubblicità , ancora oggi piuttosto controverso, la vera difficoltà  sta nel riuscire a scatenare interesse negli acquirenti anche sul lungo periodo.

    Questo tipo di coinvolgimento è denominato loop (ciclo senza fine), retaggio del mondo della programmazione.

    Ovviamente, dato che stiamo parlando di viral marketing loop, se messo in atto ddovrebbe anche permettere di acquisire nuovi clienti in modo non invadente.

    Coinvolgimento

    • Uno dei sistemi più diretti consiste nel contattare regolarmente i propri clienti, ad esempio per comunicare promozioni e sconti. E’ bene tuttavia ricordare che esiste un indice di affaticamento in base al quale l’efficacia delle promozioni diminuisce con il loro incremento. Pensiamo alle compagnei telefoniche, che telefonano a casa un giorno sì e uno anche…
    • Tuttavia un uso moderato del sistema ha i suoi vantaggi: a volte alcuni clienti tendono perfino a dimenticare il nome del proprio fornitore! Questo tipo di comunicazioni può ovviare al problema.
    • L’indice di affaticamento si annulla quando la pubblicità  arriva da fonti ‘amiche’, ossia col passaparola. Corredando il tutto con un buon messaggio che metta in risalto peculiarità  e doti della vostra azienda, poi, potete intrecciare queste tecniche per creare un buon coinvolgimento.

    Posizionamento

    • Il messaggio pubblicitario può essere dedotto direttamente dai commenti lasciati dagli acquirenti. Per vincere la battaglia del posizionamento, si può cercare di migliorare il proprio prodotto oppure si può trovare un differente posizionamento, che permetta di essere il numero uno in qulche altro campo, promuovendolo magari con una sostenuta campagna di pubbliche relazioni, oppure, se il viral marketing è positivo, attendere più lentamente che il messaggio si diffonda.

    Loop

    • Il cliente, dopo un vostro contatto diretto o passaparola, torna a usufruire dei vostri servizi, effettuando lui stesso commenti che potrebbero attrarre altri acquirenti.
    • La teoria è creare un loop di coinvolgimento in cui la riattivazione del cliente sia superiore all’affaticamento.
    • Un’alta crescita del coinvolgimento con un basso tasso di affaticamento è ciò che permette di sfruttare il 100% delle possibilità  di diffusione di un prodotto.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Viral marketing e coinvolgimento: come creare un loop a lungo termine inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *