• Mail2Web: Push Mail gratis per tutti …alla prova dei fatti

    Mail2Web push mail

    In passato abbiamo già  recensito alcuni servizi di Push Mail gratuiti e a pagamento, ma questa volta abbiamo voluto provare Mail2Web, un servizio push gratuito per i servizi base, che potrebbe fare davvero la differenza.

    Stiamo parlando della funzionalità  tipica dei BlackBerry o di tanti Nokia che permette di ricevere le email in tempo reale. Un servizio comodo e replicato in massa da moltissimi altri device basati su sistemi operativi come Windows Mobile o Symbian. Spesso, però, per disporre di un servizio di Push Mail davvero valido era necessario utilizzare un sistema a pagamento, oppure “crearsi” una rete push tramite server Microsoft Exchange.

    Con Mail2Web abbiamo forse trovato un’alternativa estremamente semplice ma allo stesso tempo efficace, oltre che gratuita o a bassissimo costo. Traino che non è assolutamente da disprezzare!


    Mail2Web
    Per verificarne l’efficacia ho condotto un test con un palmare HTC TyTn2 basato su Windows Mobile 6.1.
    Sul sito di Mail2Web – dopo una veloce iscrizione – ci viene fornita una email del tipo UserId@Mail2Web.com, email che verrà  utilizzata per il servizio Push. A quel punto sul mio TyTn 2 ho impostato un account Exchange con i dati di accesso di Mail2Web.

    Il servizio funziona: se provo a mandarmi un’email a questo nuovo indirizzo, il servizio Push non presenta problemi di invio. E’ necessario ovviamente che la connessione sul palmare sia sempre abilitata, ed è quindi ovvio che sia necessario avere un abbonamento dati… pena un conto astronomico in bolletta.

    Qualcuno potrebbe obbiettare che una casella generica serve a poco. Per lavoro tutti noi abbiamo i nostri account e quindi si potrebbe sostenere che Mail2Web non serva a molto. Falso, infatti con un semplice trucco avremo la possibilità  di sfruttare questo servizio per tutti i nostri account e quindi ricevere sempre in tempo reale le nostre email.

    Come? Molto facile: è sufficiente agire sulle impostazioni del nostro account per far sì che una copia delle email ricevute venga reindirizzata verso l’indirizzo di Mail2Web. Facile no? E per far sì che sia possibile inviare una risposta che appaia spedita dal nostro vero account, è sufficiente configurare sul nostro palmare un account che spedisca email che specifichino il vero mittente.

    Sono tutte operazioni da 2 minuti e che funzionano davvero bene. Quindi, manager o professionisti che necessitate di un servizio di push mail sul vostro palmare efficiente, semplice e gratuito, Mail2Web potrebbe fare per voi.

    Tags:

    Se vuoi aggiornamenti su Mail2Web: Push Mail gratis per tutti …alla prova dei fatti inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


    Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

    Si No

    Acconsento al trattamento dei dati personali di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy

    Si No

    Commenti

    1. giuseppe dice:

      basta avere un account google gmail
      e indirizzi tutto li

    2. Stefano dice:

      Ma i manager e i professionisti vogliono veramente avere un servizio di push-mail? àˆ veramente utile attivare il push-mail su un indirizzo e-mail pubblicamente raggiungibile? Personalmente ho qualche dubbio..

    3. Ivan dice:

      Beh, non tutti i manager lavorano alla CIA, nonostante i fantasiosi footer dei messaggi e-mail aziendali che mettono in guardia sulla “riservatezza” del messaggio, ma la maggior parte dei messaggi “b2b” contengono info utili solo ai diretti interessati, difficilmente progetti coperti da particolari segreti viaggiano su e-mail comuni e reindirizzabili…just my 2 cents

    4. Gianluca dice:

      purtroppo da qualche mese mail2web non è più free
      ovvero, da palmare non è gratis!!!!! si può usare il servizio per activesynch o pushmail con 4 dollari e passa al mese, ma il servizio free è rimasto tale solo per outlook…… a chi interessa la solita mail gratis?????

    5. stefano dice:

      Mi sono iscritto, richiedendo appunto un indirizzo che sortisse l’effetto del celeberrimo @xxx.blackberry.com
      solo che dopo aver inserito i dati della carta di credito, hanno esatto anche che compilassi un loro documento scaricabile ove inserire TUTTI i miei dati e quelli della carta di credito (compreso il CVV, Card Verification Value) fronte/retro e quindi reinviarglielo via mail.
      Naturalmente, cautelativamente, ho usato la carta di credito di Chebanca che è ricaricabile, quindi gestibile dal sottoscritto..Però non è una procedura di cui mi sia innamorato!!! Boh..staremo a vedere!!..

    6. stefano dice:

      risposta al Sig. Giuseppe – si, ma GMAIL non è proprio un PUSH, nel senco che Google non ti “spinge” le mail verso lo smartphone, più che altro trattasi di un servizio si Imap Sync, che è diverso! Ciao.

    Commenta

    Your email address will not be published. Required fields are marked *