• Bilancio: classificazione voci del Conto Economico

    BilancioPer la corretta classificazione delle voci necessarie alla composizione delle aree della gestione del Conto Economico occorre fare riferimento al nuovo Oic 12. Il principio contabile definisce la composizione e gli schemi per la predisposizione del bilancio e incorpora il Documento interpretativo n. 1 del principio contabile n. 12 chiamato Classificazione nel Conto Economico dei costi e dei ricavi necessario alla corretta classificazione dei costi e dei ricavi nello schema del Conto Economico.

    Principio contabile Oic 12
    Il principio contabile Oic 12 specifica la composizione delle aree della gestione del Conto Economico con particolare riferimento all’area straordinaria. Il conto economico è suddiviso in quattro differenti tipologie di gestione: caratteristica, accessoria, finanziaria e straordinaria.

    Gestione caratteristica
    La gestione caratteristica è la differenza tra ricavi e costi strettamente correlati all’attività tipica dell’impresa quali ad esempio i ricavi derivanti dalla vendita di prodotti o servizi che risultano essere alla base del core business dell’impresa e dei costi sostenuti per la produzione di tali beni o per l’erogazione dei servizi.

    Gestione accessoria
    Nella gestione accessoria rientrano tutti gli altri ricavi e costi che non sono strettamente correlati all’attività tipica dell’impresa.

    Gestione finanziaria
    La gestione finanziaria comprende i costi derivanti dalla gestione del capitale preso in prestito e i proventi derivanti dall’investimento in disponibilità liquide, partecipazioni o crediti di natura finanziaria.

    Gestione straordinaria
    La gestione straordinaria comprende i costi e i ricavi estranei all’attività ordinaria della società. In essa vanno inserite le plusvalenze, le minusvalenze, le sopravvenienze attive e passive derivanti da fatti per i quali la fonte del provento o dell’onere è estranea alla gestione ordinaria dell’impresa, i componenti positivi e negativi relativi agli anni precedenti, i componenti reddituali che costituiscono l’effetto di variazioni dei criteri di valutazione.

    Tags:

    • Fatturazione elettronica, ESA Software in aiuto di aziende e professionisti

      fatture elettroniche

      Da giugno 2014 è scattato il ben noto obbligo di fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione. Professionisti e aziende che lavorano con la PA devono dunque adeguarsi alla nuova normativa. Per agevolarli in questo delicato passaggio è possibile utilizzare software gestionali ad hoc come quelli di ESA Software che permettono di adempiere alle nuove procedure:

      • emissione fattura in formato elettronico,
      • apposizione firma digitale,
      • trasmissione fattura alla PA tramite SdI (Sistema di Interscambio),
      • conservazione sostitutiva della fattura.

      (altro…)

      Tags:

      • Bando per PMI creative del Mediterraneo

        Terreni dello Stato

        L’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale (UNIDO) ha lanciato il bando CCI Clusters per incoraggiare la competitività delle imprese e incentivare la collaborazione imprenditoriale nei Paesi del Sud Mediterraneo. Il progetto è rivolto a PMI e istituzioni dei settori editoria, musica, multimedia, arte, architettura, tessile e pubblicità.

        Ai cluster individuati saranno concessi servizi di assistenza tecnica per un controvalore di 250mila euro, utili per aumentare la competitività e incentivare le attività di commercio estero. (altro…)

        Tags:

        • Safe Invoice: fatturazione elettronica per PMI

          iNebula

          Fatturazione elettronica più semplice grazie a Safe Invoice di iNebula, pensata per aiutare la PMI italiana nel confronto con la nuova PA 2.0. Il nuovo obbligo ha già interessato oltre 2 milioni di imprese fornitrici della pubblica amministrazione, con un forte impatto sotto il profilo economico. Ecco perchè lo starter kit sarà gratis fino al 15 di ottobre.

          Il servizio consente ad un azienda, sia privata che pubblica, di gestire in modo dematerializzato fatture e documenti fiscali, gestendole in elettronico secondo i criteri del ciclo attivo e passivo. Una delle principali necessità – a fronte di queste trasformazioni legislative – è la protezione e conservazione a norma delle fatture e dei documenti fiscali, quindi la dotazione di archivi e tecnologie per gestire i dati sensibili. E la tecnologia cloud si propone come risposta immediata a questa nuova esigenza di compliance tecnico-normativa.

          (altro…)

          Tags: